Installare un software che ci protegge dalla pornografia? Ecco i pro e i contro

Spesso, chi inizia un percorso di liberazione da comportamenti sessuali sbagliati, mi chiede: "Installare un software di protezione contro la pornografia, può servire realmente a qualcosa?”. “È efficace?" La mia risposta, come la maggior parte dei consigli che fornisco riguardo alla pornografia, è vaga; serve farlo ma non è necessario. Ora vi spiego meglio.

 

Per chi si trova all’inizio del percorso di guarigione dalla dipendenza della pornografia, e sta imparando a rispettare le donne, senza mangiarle con gli occhi, sono fondamentali alcuni passaggi. È indispensabile che frequenti regolarmente un gruppo di supporto, all’interno del quale si senta libero di parlare riguardo il suo stato di depravazione e riguardo al sesso, e che abbandoni la pornografia, concedendo al cervello il tempo di guarire, cominciando così a scoprire l’origine della sua dipendenza sessuale.

 

Solo alla fine, quando è già iniziato il processo di guarigione, dovremmo chiederci se l’installazione di un software può aiutarci nella lotta contro la pornografia. Credo che esso possa risultare molto utile durante i primi mesi, nei quali si impara a superare la propria dipendenza. Le stampelle servono a sostenerci dopo aver fratturato una caviglia; forniscono alla gamba il riposo necessario per la guarigione della ferita. Ma cosa succederebbe se continui ad usare le stampelle, anche dopo essere guarito? Cosa accadrebbe se non facessi terapia fisica, per riabilitare ciò che è stato danneggiato? Se dipenderai eccessivamente dalle stampelle, i tuoi muscoli inizieranno ad atrofizzarsi e quello che si doveva rinforzare, si indebolirà.

 

Ecco perché il software di blocco non è in grado di aiutarci per sempre. Ad un certo punto, devi affrontare il dolore che si nasconde dietro il porno. Sei effettivamente libero dal porno se dipendi da un software, mentre segui da anni un percorso di guarigione? Sei abbastanza forte per dire no all'oggettivazione della bellezza delle donne? Come si fa a vivere diversamente? Sei in grado di mettere a nudo la tua sofferenza e guarire da solo le tue ferite più profonde? Come farai a capire se sei un uomo forte, che sa resistere alla tentazione? Come imparerai a rispettarti? La stampella del software in realtà ci svela che siamo deboli, e che non saremo mai in grado di slegarci da soli da questa prigione. Solo le persone (uomini e donne) dotate di grande forza interiore, possono liberarsi da una trappola del genere.

 

Incoraggio sempre i miei pazienti ad assumersi la piena responsabilità delle loro scelte sbagliate. Se vogliono oggettivare, usare e abusare delle donne, è una loro scelta e devono ammetterlo. Se vogliono tradire le mogli e avere vite segrete e nascoste, allora dico loro quello che il grande riformatore Martin Lutero affermò: almeno "pecca coraggiosamente". Ammetti che sei un sessista che ama abusare delle donne! Se lo farai, allora potrò rispettare la tua integrità nell’ammettere di aver fatto scelte sbagliate.

 

Avviene purtroppo il contrario. La maggior parte degli uomini cristiani hanno una "doppia vita".  Sfilano davanti a tutti come cristiani onorevoli, mentre segretamente oggettivano gli altri, dietro gli schermi dei loro computer. Continuare ad utilizzare un software di blocco durante il processo di guarigione, toglie la capacità di ammettere pienamente il tuo peccato. Prima o poi ci sarà una ricaduta. La stampella del software ci impedisce di lottare contro la pornografia, poiché non ci farà crescere, in quanto non ci renderà responsabile dei nostri comportamenti. Carissimo fratello, ti sprono a riconoscere il tuo fallimento, a cominciare ad ammettere il tuo peccato sessuale e rafforzarti, per vivere pienamente nella verità e diventare l’uomo integro che desideri essere.

 

Autore: Andrew J. Bauman