Come bloccare il tradimento: 8 passi per rimettersi di nuovo in marcia

Il 19 luglio 2019, in un parco di divertimento a Bowie, nel Maryland, delle persone salite sulle montagne russe, rimasero bloccate più di due ore in cima all’attrazione. Alla fine, tutti rimasero illesi. In molti descrivono le conseguenze del tradimento sessuale come delle montagne russe emotive. E come quelle persone sulla giostra, così anche i coniugi feriti possono rimanere bloccati nel viaggio verso la guarigione. Qual è la causa di questo blocco e come possono rimettersi di nuovo in marcia?

  

Sei cose che feriscono i coniugi

 

Il trauma

Alcune persone rimangono così devastate dalla scoperta del tradimento sessuale del proprio coniuge, che mostrano dei disturbi PTSD (post-traumatici) simili a quelli di un soldato che ritorna dalla guerra, oppure di una donna che è stata violentata. Se il coniuge traumatizzato non riceve aiuto da chi è esperto, da chi è in grado di riconoscere i sintomi e da chi può aiutarlo a riprendersi, lei/lui può rimanere bloccata/o e sarà incapace di guarire.

 

Mancanza di recupero

Per chi è stata tradita dalla persona amata con problemi di dipendenza sessuale è normale pensare che è la persona dipendente ad avere bisogno d’aiuto. Non comprende che anche lui /lei ha la stessa necessità. Purtroppo, il coniuge tradito avrà delle grandi ferite emotive, che probabilmente non guariranno mai se la persona in questione non lo desidera. Se il coniuge dipendente può pienamente abbracciare la guarigione, impegnarsi totalmente a ricostruire la relazione e diventare controllato, al contrario, la persona tradita può rimanere bloccata, incapace di ricostruire la fiducia ed andare avanti.

 

Mancanza di un piano di sicurezza

Il tradimento sessuale può rendere il coniuge ferito, insicuro emotivamente e fisicamente. La sua vita è stata distrutta. La paura di soffrire ancora in futuro diventa parte della sua quotidianità. All’inizio del recupero, un piano di sicurezza può aiutare a stabilizzare la parte ferita. Se questo non esiste, tutto è destinato a fallire.

 

Fare domande all'infinito

Per alcuni, fare tante domande significa tentare di capire come sia potuta accadere questa tragedia. Altri invece attraverso gli interrogativi, provano a valutare come si devono comportare con il proprio partner. Qualunque sia la ragione, una raffica infinita di domande può far rimanere bloccato il coniuge ferito, incapace di passare al passo successivo, necessario per la sua guarigione.

 

Una mentalità da vittima

Inizialmente il coniuge non è a conoscenza del comportamento sessuale del suo partner. È una vittima. Non ha voce in capitolo. Una volta che diventa consapevole, ha il potere di fare delle scelte per sé stessa. Se continuerà a vedersi come vittima, si sentirà impotente all’azione e continuerà a sentirsi bloccato nella relazione.

 

 

Negatività

Difficilmente si potrebbe etichettare la devastazione causata dalla dipendenza sessuale come una cosa positiva. Ma molti che progrediscono nella guarigione possono trovare benedizioni nella loro vita, anche nel mezzo del dolore. Il pensiero negativo influisce similmente sul cervello. Rallenta la funzione cerebrale, rendendo difficile l'elaborazione dei pensieri e la ricerca di soluzioni. Ciò può far sentire le persone bloccate, incapaci di trovare chiarezza o direzione.

 

Queste sono alcune delle cose che possono causare lo stallo del coniuge ferito durante il recupero. Indipendentemente dalla causa, sapere come andare avanti è la chiave per l'eventuale guarigione. C.S. Lewis ha dichiarato: “Superare un'esperienza dolorosa è molto simile a quelle costruzioni per fare arrampicate. Ad un certo punto devi lasciarti andare per andare avanti".

 

8 passi per muoverti verso la guarigione

 

Ottenere aiuto.

Non provare a recuperare da solo. Trova un consulente, un consigliere o un pastore che sia addestrato a comprendere la dipendenza sessuale ed il trauma del tradimento. Se fossi stata/o pugnalata/o, dubito che proveresti a cucire la tua stessa ferita. Avresti bisogno di cure di emergenza da un medico qualificato. Inoltre, trova una persona affidabile che sarà comprensiva e di supporto. La tendenza è di ritirarsi in un momento come questo. Ma la guarigione avviene attraverso la connessione, non l'isolamento.

 

Partecipa a un programma dedicato alla guarigione.

Sfortunatamente, il vecchio detto che il tempo guarisce tutte le ferite non è vero, specialmente nel caso del tradimento sessuale. Jay Marshall aveva ragione quando diceva: “La verità è che il tempo non guarisce nulla. Passa semplicemente. È ciò che facciamo nel corso del tempo che aiuta oppure ostacola il processo di guarigione". A meno che non si desideri rimanere bloccati dal dolore, è necessario un lavoro di recupero regolare e intenzionale.

 

Cerca Dio, fidati di Lui, Egli ti indicherà la strada.

La scoperta del tradimento sessuale provoca una grande incertezza per il futuro. Le domande abbondano. Non prendere subito decisioni importanti. Trascorri del tempo avvicinandoti a Dio. "Cercate prime il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose ti saranno aggiunte" (Matteo 6:33). Trascorrere tempo ed energie in cerca di risposte può essere frustrante e generare confusione. Cerca Dio ed Egli fornirà le risposte. "Quando andrete a destra o quando andrete a sinistra, le tue orecchie udranno dietro a te una voce che dirà: "Questa è la via; camminate per essa!". (Isaia 30:21)

 

Accetta la mancanza di risposta ad alcune domande.

Certamente, hai il diritto di sapere se tu o i tuoi figli siete a rischio. È anche ragionevole voler sapere come ha agito il coniuge. Ma le scelte di un sesso dipendente non avranno mai completamente senso per una mente sana. Alcuni interrogativi restano senza risposta. Conoscere determinati dettagli può essere ossessionante. Fare domande inizialmente è normale e salutare. Ma ad un certo punto, accetta che ci siano quesiti che rimarranno senza risposta e scegli di concentrarti sulla ricostruzione del tuo futuro.

 

Elimina l'etichetta.

Diventare una vittima non è una scelta, restarci sì. Mentre è vero che non puoi curare le compulsioni sessuali del tuo coniuge o controllarne il recupero, non sei impotente. Puoi fare delle scelte, anche se possono non piacerti. L'autore e relatore Steve Maraboli ha affermato: "Incredibili cambiamenti accadono nella tua vita quando decidi di prendere il controllo di ciò su cui hai il potere, invece di desiderare il controllo su ciò che non fai".

 

Sii grata/a.

Se sei stata/a tradita/o, senza dubbio, ci sono molti aspetti negativi nella tua vita in questo momento. È importante prenderti tempo per elaborare le tue emozioni. Queste ultime sono reali e non dovrebbero essere negate o ignorate. Ma anche nel peggiore dei casi, ci sono benedizioni. Chiedi a Dio di aiutarti a riconoscerle ogni giorno. Ringrazia per quello che vedi. “In ogni cosa rendete grazie, poiché tale è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi" (1 Tessalonicesi 5:18). Questa non è solo la volontà di Dio, è la tua strada da percorrere per la guarigione.

 

Combatti la paura.

Sviluppa un piano di sicurezza e fai quelle cose che ti aiutano a sentirti più sicuro, in un tempo instabile. Rimani nel presente. La maggior parte delle paure arrivano quando saltiamo al futuro e immaginiamo il peggio. Teal Swan ha detto: “Non temiamo l'ignoto. Temiamo ciò che pensiamo di sapere dell'ignoto". Prova a immaginare gli scenari migliori. Ma la realtà è che non ci sono garanzie. Ancorare la tua fede in Dio. Questa è la strada per la pace e la guarigione. Shannon L. Alder ha affermato: “La paura è la colla che ti tiene bloccato. La fede è il solvente che ti rende libero".

 

Rilassati e aumenta la creatività.

Stressarti riguardo i prossimi passi da fare può bloccarti. "Fermatevi e riconoscete che io sono Dio" (Salmo 46:10). Medita. Fai una passeggiata nella natura. Ascolta della musica. Prova una nuova attività. Trova nuove idee, indipendentemente da quanto assurde suonino. Trascorri del tempo con un animale domestico. Queste sono alcune cose che possono aiutarti a rilassare e liberare la mente e che potrebbero contribuire ad inaugurare una nuova prospettiva, in grado di farti muovere di nuovo verso il recupero.

 

Il viaggio di guarigione dal tradimento sessuale è lungo e difficile. È normale sentirsi bloccati, a volte. Invece di essere frustrato quando non stai andando avanti, usa quel tempo per guardare indietro e rallegrarti dei progressi che hai fatto. Adoro lo slogan del modello dei 12 passi: "riguarda il progresso, non la perfezione".

 

Fai piccoli passi ma non mollare. "E non ci scoraggiamo nel far il bene; perché, se non ci stanchiamo, mieteremo a suo tempo" (Galati 6:9). Il professore americano di letteratura, Joseph Campbell, ha affermato: "Dobbiamo essere disposti a lasciar andare la vita che abbiamo pianificato, in modo da avere la vita che ci sta aspettando".


Autrice: Beth Denison