Ehi, è solo un pò di porno

Ehi, è solo un pò di porno

by Liberati In Cristo On 21/06/2016

Qualche tempo fa ho chiamato un vecchio amico per salutarlo e la conversazione è caduta sul mio impegno per aiutare le persone in lotta con i problemi sessuali. Quando gli ho detto di avere lottato per vent’anni contro la dipendenza sessuale, il mio amico ha affermato: “Beh, per quanto mi riguarda non sono un maniaco del sesso, faccio soltanto uso di un po’ di pornografia quando capita!”

Oggi ci sono molte persone che si definiscono “occasionali utenti di pornografia”: di tanto in tanto si abbandonano all’attività, magari solo alcune volte l’anno – perciò non vi vedono alcun problema. Dopo tutto sono solo delle immagini e nessun altro vede: non farà male a nessuno!

In Matteo 5:27 Gesù disse:

Voi avete udito che fu detto: “Non commettere adulterio”. Ma io vi dico che chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore.

In base alle parole pungenti di Gesù sappiamo che desiderare un’altra donna o un altro uomo significa commettere un adulterio emotivo e spirituale. Fare sesso mentre si guardano immagini di donne nude è portare questo peccato dell’adulterio al livello successivo; significa aggiungere alla concupiscenza l’esperienza sessuale – in pratica, come buttare benzina sul fuoco.

Che cosa direbbe tua moglie se tu ti avvicinassi e le dicessi: “Tesoro, quest’anno commetterò adulterio solo tre volte. Una volta questo mese, poi di nuovo a luglio e infine a dicembre. Però non toccherò nessuno, semplicemente mi masturberò davanti a immagini di altre donne nude. Ma siamo soltanto io e le foto, non farò davvero sesso con un’altra persona. Va bene per te?”

Ovviamente tua moglie sarebbe adirata e profondamente ferita. Perché? Perché lei sa che il vero amore viene dal cuore e tu stai prendendo il tuo amore, promesso a lei soltanto, per darlo a un’altra persona.

Conosco una donna che ha sorpreso il marito mentre si masturbava davanti a immagini porno. Vederlo fare autoerotismo con le riviste aperte sul pavimento davanti a lui le ha spezzato il cuore. Il trauma attraversato da questa coppia non è stato granché diverso da quello che avrebbero sperimentato se lui fosse stato colto in flagrante insieme a un’altra donna.

Questo è quello che scrive un’altra moglie il cui marito lotta con la dipendenza sessuale:

Io e mio marito siamo sposati da poco più di un anno. In passato aveva problemi con la pornografia e ora è pulito da due anni. Ma io continuo a lottare con questo dolore e non so come guarire. Chiedo a Dio di rimuovere la sofferenza in modo che possiamo ritrovare l’intimità senza che io ricordi ciò che lui ha fatto. L’ho perdonato, ma soffro tanto. Io non sarò mai come quella foto che stava guardando e come faccio a sapere che lui non si aspetta da me che lo sia? Io voglio essere amata… come posso soddisfare un marito che si accontenta di un’immagine di qualche donna immaginaria, una donna che io non sarò mai, un’immagine di qualcuna che non sarà mai sua moglie? Gli uomini dovrebbero sapere che se hanno una moglie o se hanno intenzione di sposarsi un giorno, questo atteggiamento la ferirà moltissimo. Mio marito è stato afflitto insieme a me per il mio dolore. Che ci crediate o no, questa cosa ha dei risvolti sulla nostra vita sessuale e io non riesco a impedire che mi ritorni in mente…ogni singola volta.

Una delle bugie più grandi che Satana bisbiglia è “un pochino di desiderio carnale non ti farà del male; lasciati andare, sei da solo con le immagini. Nessuno lo saprà”. La verità è che questo “solo un pochino di pornografia” sta assumendo un ruolo rilevante nella distruzione di molti matrimoni. In una conferenza dell’Accademia Americana degli Avvocati Matrimonialisti nel 2003, due terzi dei 350 divorzisti presenti hanno affermato che la pornografia su Internet ha avuto un peso in più della metà dei casi di divorzio da loro gestiti. Hanno anche detto che la pornografia “quasi non aveva alcun ruolo nei divorzi solo sette o otto anni fa”.

Caro amico, forse tu non hai una dipendenza sessuale, ma se ti diletti con la pornografia stai commettendo adulterio e stai facendo del male a tua moglie. Stai anche svuotando la tua anima e rovinando il tuo carattere. “L’utilizzo occasionale della pornografia” è un po’ diverso dalla dipendenza sessuale e per certi versi è perfino peggiore: infatti coloro che lottano aspramente con la dipendenza sessuale spesso arrivano prima a toccare il fondo, cosa che li obbliga a cercare più rapidamente aiuto. Ho visto degli utenti occasionali di pornografia che proseguono con il loro peccato fino alla mezza età.  Ma non deve necessariamente essere così!

Autore: Mike Genung