Cosa fare nella battaglia contro il peccato sessuale

Cosa fare nella battaglia contro il peccato sessuale

by Liberati In Cristo On 16/04/2016

La muffa cresce bene nei posti nascosti e bui; si alimenta con materia organica in decomposizione, e sta meglio in un ambiente tiepido.

Come la muffa, la concupiscenza cresce fortemente quando è nascosta; essa fiorisce nel buio e si alimenta da un cuore tiepido che si decompone nel tempo.

Per colui che lotta con una dipendenza sessuale, l’isolamento è come la morte. L’unica maniera per combatterla è di essere sempre trasparenti con gli altri. In Giacomo 5:16 c’è scritto:

“Confessate dunque i vostri peccati gli uni agli altri, pregate gli uni per gli altri affinché siate guariti; la preghiera del giusto ha una grande efficacia.”

ed in Proverbi 28:13 leggiamo:

“Chi copre le sue colpe non prospererà, ma chi le confessa e le abbandona otterrà misericordia.”

Noi non siamo stati fatti per essere dei cristiani modello lupo solitario. La concupiscenza è troppo grande per poterla sconfiggere per conto proprio – e la forza di volontà non basta. L’unico modo per dissolvere la vergogna è iniziare il processo di liberazione dal peccato sessuale, esporre i nostri fallimenti, lotte e paure ad altri. Noi diamo al peccato più potenza su di noi quando cerchiamo di nasconderlo, quindi lo stile di vita di Giacomo 5:16 è l’unico modo per gestirlo.

La trasparenza di cui leggiamo in Giacomo 5:16 ed in Proverbi 28:13 non è per un momento e basta; e non finisce neanche quando siamo arrivati alla conclusione di un programma di recupero, o se ci sentiamo un po’ meglio. Noi siamo tutti dei vasi d’argilla rotti ed abbiamo bisogno di vivere collegati con altri per tutta la vita. Per questo la grazia è così critica nel processo di guarigione; se altri non ci accettano senza condannarci, allora noi non oseremo mai essere vulnerabili. La libertà di essere rotti ci libera dalla schiavitù del peccato sessuale e della vergogna e ci apre un canale in cui possiamo ricevere la grazia guaritrice di Dio.

Lo stile di vita di Giacomo 5:16 apre la porta per lo sviluppo di amicizie profonde, come quella tra Davide e Jonathan, che ogni uomo vuole ma che pochi trovano. Quando un altro uomo mi dice “ho fatto una grande vendita oggi” io penso “sono contento per te” e vado per la mia via. Ma quando lui mi dice “Sto male…ho bisogno d’aiuto…il mio matrimonio è sull’orlo di un disastro”, io sono benedetto dalla sua onestà, e la sua vulnerabilità mi incoraggia ad essere trasparente con lui; nell’incoraggiarci e sopportarci a vicenda un legame inizia a formarsi. E’ così che il corpo di Cristo dovrebbe funzionare.

Vivere connessi con altri fa sostituire la vergogna con la fiducia, e la paura con la pace. Quando noi siamo accettati per chi noi siamo senza essere giudicati per i nostri fallimenti, la luce della grazia ci mostra che noi non siamo la feccia che erroneamente pensavamo di essere. La rendicontazione costante può essere una prevenzione meravigliosa contro il peccato sessuale, perché sapere di dover dire a qualcuno del passo falso ci obbliga a pensare alle conseguenze prima di comportarci in una certa maniera.

Per una liberazione totale dalla concupiscenza, qualsiasi tipo d’isolamento deve essere eliminato. Diventa consapevole degli stress, circostanze e piaceri della vita (come i video giochi) che ti mettono sul sentiero verso l’isolamento. Se tu ti senti scivolare verso l’isolamento, connettiti con Dio od un’altra persona. Noi ci connettiamo con Dio parlando con lui, e possiamo connetterci con altri tramite una telefonata, mandando un email, scrivendo una lettera, o incontrarli per un pasto insieme.

Per voi che siete single, rendetevi conto che essere da soli non è la stessa cosa che essere isolati. Isolarsi significa “mettersi da parte da”. Quando sei da solo puoi lo stesso trovare la pace entrando in comunione con Dio, ascoltando musica edificante, leggendo un libro, o facendo esercizi. Gesù spesso trascorreva tempo da solo con Dio, quindi una vita solitaria non è necessariamente una vita isolata. Ci sono molti matrimoni in cui il marito e la moglie sono isolati (messi da parte) l’uno dall’altro. Le persone non sposate devono impegnarsi a raggiungere gli altri e permettere a Dio di formare una base di sostegno della famiglia di Dio attorno a loro.

Quindi com’è lo stile di vita di Giacomo 5:16?

A. Incontrarsi con altri uomini una volta alla settimana in un gruppo che si concentra sulle problematiche inerenti la concupiscenza. Esistono dei gruppi di sostegno per quelli che lottano con la dipendenza sessuale o dalla pornografia. Se non c’è un gruppo nella tua zona, valuta l’idea d’iniziare un tuo proprio gruppo – credimi, ce n’è un grande bisogno! (Come è menzionato nella sezione delle statistiche, metà degli uomini nella chiesa lottano con la pornografia.)

Quando vi incontrate, ogni persona dovrebbe condividere come sta gestendo la concupiscenza e tutti dovrebbero pregare per gli altri. Non posso enfatizzare abbastanza il bisogno di preghiera specifica per ogni persona e per le loro lotte; ho visto Dio cambiare le vite tramite la preghiera. Qualsiasi gruppo che trascura il tempo di preghiera si sta perdendo una benedizione incredibile.

B. Incontrati con un fratello in maniera costante (settimanalmente). Personalmente, penso che l’incontro di gruppo sia migliore, perché offrono più sostegno e scambio di opinioni e ci sono più opportunità per lo sviluppo di amicizie. Ma i gruppi non sono l’unica strada. Può anche funzionare se hai una salda amicizia con una persona di cui ti puoi fidare e su cui puoi contare.

C. Fare telefonate ogni giorno al tuo partner di rendicontazione. Se sei tentato e ti senti scivolare, prendi su il telefono e chiedi a qualcuno di guidarti in preghiera attraverso la situazione. Non cercare di combattere la concupiscenza per conto tuo o dipendere dalle tue proprie forze. Rompere l’abitudine dell’isolamento richiede tempo, e può darsi che tu debba fare una telefonata al giorno fino a quando non sei sulla terraferma.

2. Togli via le pietre d’inciampo della concupiscenza nella tua vita.

Matteo 5:29-30 dice:

“Se dunque il tuo occhio destro ti fa cadere in peccato, cavalo e gettalo via da te; poiché è meglio per te che uno dei tuoi membri perisca, piuttosto che vada nella geenna tutto il tuo corpo. E se la tua mano destra ti fa cadere in peccato, tagliala e gettala via da te; poiché è meglio per te che uno dei tuoi membri perisca, piuttosto che vada nella geenna tutto il tuo corpo.”

Sei in una guerra totale e non ci sono dei partiti neutrali. Se la concupiscenza non viene uccisa, tu sarai sconfitto; non c’è nessun premio per il secondo posto.

In termini pratici questo vuol dire che la pila di riviste pornografiche devono essere bruciate. Se guardare i film in casa ti fa cadere, allora cancella gli abbonamenti televisivi e blocca tutti i canali. Se internet è un problema, allora puoi provare a mettere una password sul browser, o installare un software che blocca i siti pornografici, ma sappi che questo non è completamente sicuro. Non ho ancora sentito di un software così efficace che non possa essere disattivato o che ti impedisca di trovare una scappatoia se uno veramente lo vuole. Se la pornografia su internet continua a farti cadere, allora devi fare un’azione più drastica, che potrebbe essere cancellare l’abbonamento ad internet.

Una parola riguardo i software di prevenzione dei siti pornografici – la maggior parte degli uomini li sanno raggirare. Questi software sono probabilmente più efficaci per una persona onesta che per uno che vuole la pornografia a tutti i costi. “Covenant Eyes” (www.covenanteyes.com) ha un software che spedisce alla persona che tu scegli una lista di ogni sito internet che vai a visitare. Questo può essere un deterrente potente a non guardare la pornografia (specialmente se è tua moglie la persona che riceve queste email).

Se c’è un rapporto in cui sei coinvolto che è sessualmente inappropriato, taglia immediatamente ogni legame, anche se ciò significa cambiare lavoro o cambiare casa. Se la pornografia in albergo è un problema e non riesci a tenere spenta la TV, allora fai si che la TV sia rimossa dalla stanza, oppure non fare viaggi per conto tuo, oppure non viaggiare più. Se è necessario, trova un nuovo lavoro in cui tu non debba viaggiare.

Tua moglie sta ricevendo riviste d’intimo femminile per posta? Chiedile di cancellare l’abbonamento, e fai si che sia lei a controllare la posta.

Costi quel che costi, fallo adesso. Non ci devono essere compromessi…si uccide oppure si è uccisi, togli le pietre d’inciampo sotto il tuo controllo oppure permetti alla concupiscenza di continuare a farti cadere. Noi viviamo in una cultura piena di liquame sessuale, e le tentazioni non diminuiranno, ma incrementeranno. L’apatia è una porta aperta alla concupiscenza.

Matteo 5:29-30 ci dice che il 100% della responsabilità per distruggere le pietre d’inciampo della concupiscenza è sulle nostre spalle. Non c’è nessuna “clausola d’incapacità”, e Dio non rimuoverà la tua pila di riviste pornografiche e nemmeno spegnerà la TV al tuo posto.

Nota che dobbiamo togliere solo le pietre d’inciampo. Se la TV non è un problema per te, allora non preoccuparti di essa. Noi lottiamo tutti in maniere diverse; non dare la tua lista ad altri ed esigere che loro facciano quello che stai facendo tu. Noi non abbiamo la TV in casa nostra perché la tentazione di fare zapping è troppo forte per me, ma al lavoro uso internet tutto il giorno senza il minimo pensiero di navigare in siti porno (e non ho un software di prevenzione). Noi siamo liberi di tenere le cose che vogliamo nelle nostre vite, se esse non sono un problema.

“Avrò cura di camminare nell’integrità; quando verrai a me? Camminerò con cuore integro, dentro la mia casa. Non mi proporrò nessuna cosa malvagia; detesto il comportamento dei perversi; non mi lascerò contagiare. Allontanerò da me il cuore perverso; il malvagio non voglio conoscerlo.

Salmi 101:2-4

3. Gestisci le radici che guidano la tua concupiscenza

La rendicontazione ed il taglio delle pietre d’inciampo sono l’inizio del processo per trovare la liberazione dal peccato sessuale; non sono la fine. Il vuoto ed il dolore nel tuo cuore che ti guidano verso la concupiscenza devono essere trattati. Quelli che lottano con la dipendenza sessuale hanno 3 cose in comune – sono isolati, hanno delle ferite causate del padre, e non hanno accettato la grazia di Dio nel loro cuore. Discuti di queste radici con il tuo gruppo, e chiedi ai tuoi fratelli di pregare per te, chiedendo al Signore di rimpiazzare le bugie con la verità. Oppure puoi trovare un consulente cristiano qualificato, pastore o mentore che comprende la grazia di Dio. La dipendenza sessuale è la ricerca dell’amore di Dio nella concupiscenza; le radici devono essere esposte e trattate se si vuole chiudere in modo permanente quel vuoto spirituale che alimenta la concupiscenza.

4. Continua a Cercare Dio

Chiedigli di rivelare Se stesso a te e di esporre e rimuovere le bugie nel tuo cuore che ti trattengono dall’accettare la Sua grazia. ChiediGli di cambiare il tuo cuore. ChiediGli di guidarti al gruppo od individuo al quale Lui vuole che tu renda conto. Il Signore cambia le vite, non i programmi, e Lui è disposto a guarire il tuo cuore. Tu hai fame per l’amore di Dio, quindi rincorri Colui di cui sei affamato.

Autore: Mike Genung