Lettere a mio figlio sessodipendente

Lettere a mio figlio sessodipendente

by Liberati In Cristo On 07/06/2018

Figlio mio. Ho bisogno che tu mi creda quando ti dico che non mi vergogno di te. Hai passato la maggior parte della tua vita a credere il contrario, ma sono qui per ricordarti ancora una volta che ti sto dicendo la verità e che la causa del tuo peccato non è semplicemente un circuito rotto o un desiderio impazzito, bensì il non credere alle mie parole.

Hai sempre pensato che ci fosse qualcosa di decisamente sbagliato in te. Hai rifiutato di far entrare nella tua vita qualcuno che ti poteva aiutare, hai finto davanti agli altri, e credo, fingevi anche con me. Caro figlio mio, non voglio la tua “performance”, voglio solo il tuo cuore. Non sono morto per ottenere una versione migliore di te, sono morto per farti mio. Non sono morto con l’intento di farti adeguare alle mie regole. Leggi bene la Bibbia. Basta guardare la storia della redenzione che ho scritto nel tempo. Ancora oggi il mio popolo, che viene chiamato con il mio nome, non rispetta mai le mie regole. Le tenebre hanno reso ciò completamente impossibile. Sono dentro di te sin dalla nascita, quindi per favore non sprecare la tua vita cercando di fare il moralista con me, sarebbe come girare su una ruota. Non mi interessa la conformazione a degli “standard cristiani”, ho iniziato in te un lavoro profondo e duraturo che va oltre questo. Mi riferisco alla tua trasformazione. Bada bene: il lavoro che ho cominciato in te e che ho promesso di completare, ti sta trasformando in una creatura completamente nuova. Ho deciso di ri-umanizzarti. Tu pensi di sapere chi sei, ma lo scoprirai solo se crederai a quello che ho detto di te. Puoi vederti chiaramente solo in me.

Spesso vieni attaccato dalla paura e dalla vergogna. Questi stati d’animo, figlio mio, non non hanno niente a che fare con Me. Il diavolo utilizza sempre due facce della stessa medaglia; la paura e la vergogna che provengono dalla lussuria sono una di quelle. Lui ti attira con la promessa di toglierti sfizi e soddisfare voglie che si nascondono nel tuo cuore e una volta che abbocchi, gira la medaglia, lasciandoti solo la paura e la vergogna. Eppure, figlio mio, ti ho sempre detto di non aver paura, perché io ti sto vicino. Tu sei mio, quindi non hai niente da temere. Ricorda le mie parole nei momenti del fallimento. E la vergogna? È un emozione subdola, piena di macchinazioni demoniache che mira il cuore dei miei figli… è comunque solo apparente. La vera vergogna non esiste per i miei figli, perché non c’è nessuna condanna per loro.

Il mio primogenito è stato condannato al posto tuo. Prese tutti i tuoi peccati portandoli alla croce. Per tutta la tua vita ti ricorderò che Gesù si è introdotto nelle cose più oscure che hai fatto e ha preso su di sé ogni briciola di vergogna, di paura e di punizione a cui eri destinato. Il sacrificio di Gesù mi permette di essere con te nelle tue tenebre, quando ti vergogni dei tuoi peccati, della tua dipendenza e del tuo fallimento. Le ferite dell’anima che cerchi di nascondere agli altri… è esattamente lì che voglio andare. Invitami dentro il tuo cuore.

Ogni giorno della tua vita ti chiamerò a percorrere la strada di casa. Non giudicherò i tuoi errori perché Gesù li ha cancellati tutti quanti, ma medicherò le tue ferite. E la pornografia? Quella robaccia malvagia e distruttiva che satana ha creato per strappare le suture delle tue ferite, rendendoti vulnerabile? Ridi delle sue bugie e fuggi dalle sue attrazioni. Ricordati figliolo, Io sono il Creatore del piacere e ti ho formato con la capacità di godere. La pornografia è solo una menzogna che dà l’illusione di poterti appagare, ma solo nella tua immaginazione. Non ti soddisferà mai proprio perché non è in grado di farlo. Pensi che ti avrei disegnato in modo così casuale da poter trovare soddisfazione in uno schermo?! No, figlio mio. Ho dei piani molto più grandi e profondi per soddisfarti. Vieni a me, lenirò la tua anima ferita e non solo ti accontenterò ma ti guarirò. Ho promesso di dissetare la tua anima, di saziare la tua fame di cose buone e sono sempre fedele alle mie promesse.

Non ricorderai le mie verità ogni giorno, per questo ti ho dato il mio Spirito, Le Scritture e la mia chiesa; una cosa non la devi mai scordare: la strada che ti porta a casa è sempre la stessa. Tu conosci bene i tuoi peccati ed entrambi sappiamo bene i tuoi precedenti. Finché guarderai il tuo peccato senza prendere provvedimenti il cambiamento non avrà luogo, poiché il vero cambiamento non sta nella capacità di portarmi i tuoi successi o evitarmi quando fallisci. No figlio mio, devi correre il rischio e credere alle parole che ho detto di te. Invitami in quei posti dove non vuoi andare, perché pieni di dolore e sofferenza, compirò un lavoro che va oltre la tua immaginazione. Ti farò tornare completo. Indipendentemente dalle scelte che farai ogni giorno, sarai sempre e per sempre mio figlio.

– Il tuo caro e buon Padre