Una lettera aperta rivolta a chi prende alla leggera il proprio peccato sessuale

Caro amico,

Il sesso è come il fuoco. Quando si accende dentro il camino riscalda e illumina la stanza, regalando gioia e buona compagnia. Se si accende nei posti sbagliati invece, la casa va a fuoco. I tuoi desideri carnali si accendono nei posti sbagliati? Stai prendendo alla leggera il tuo peccato sessuale? Come sapere se è già successo? Ecco alcuni test che possono svegliare la tua coscienza.

* Come sapere se quello che stai facendo è sbagliato? I desideri carnali che portano all’immoralità sessuale non sono difficili da identificare. La nostra cultura “intorbida le acque” per poi convincerci che non è nociva per la salute in caso la dovessimo bere. Ma la linea tra amore e concupiscenza è molto chiara. Devi trattare tutti gli esseri umani in modo uguale. Non devi mai sessualizzare chi sei chiamato a trattare come tuo fratello o sorella, tua madre o tuo padre, tuo figlio o tua figlia. La sessualità è riservata solo ed esclusivamente al matrimonio. Tu devi proteggere gli altri, non desiderarli. L’immoralità anche se consensuale è sempre immoralità.

* Il sesso ti ossessiona? Questo è un campanello d’allarme che ti deve far preoccupare. Quando il sesso occupa la maggior parte del tuo tempo nella tua mente, dominandoti e controllandoti, allora diventa un vero problema. Ogni volta che il sesso diventa ossessivo, impulsivo o compulsivo, ti sta portando nella direzione sbagliata.

* Nascondi quello che fai? Nascondere ciò che fai è un altro chiaro segnale. Il male non ama la luce. Nascondiamo le cose quando sappiamo che sbagliamo. Quando crei un qualsiasi tipo di giardino segreto nella tua vita, le cose cambiano inevitabilmente e ci si nasconde dagli altri, dagli occhi della nostra coscienza e dagli occhi di Dio.

* Usi il sesso come nascondiglio? La noia, lo stress, la solitudine ed il dolore ci spingono spesso a trovare una via di fuga. Cerchi di fuggire dalle sofferenze o di mascherare il tuo dolore? Ricordati che siamo stati creati per affrontare il dolore e mentre lo sperimentiamo dobbiamo portarlo davanti al trono del nostro Dio chiedendoGli aiuto, facendo di Lui il nostro rifugio e successivamente cercare, nel nostro piccolo, di affrontare il problema in modo costruttivo.

Se stai prendendo alla leggera il tuo peccato sessuale, spero tanto che le domande sopra elencate suscitino in te un forte senso di disagio. Il fuoco dei tuoi desideri carnali sta bruciando nel luogo sbagliato, fuori dal camino. Se c’è qualcosa che non va nel tuo comportamento sessuale, allora agisci come un figlio della luce e smetti di camminare nelle tenebre! Dio ti chiama a resistere al peccato camminando come un figlio della luce, perché il frutto della luce si trova in tutto ciò che è buono, giusto e reale. Dio ci indirizza verso ciò che è buono mettendoci in guardia da ciò che è male. Una cosa è sicura: nessun fornicatore, impuro, idolatra, erediterà il regno di Cristo e di Dio. Nessuno vi seduca con vani ragionamenti; infatti è per queste cose che l’ira di Dio viene sugli uomini ribelli. E’ questo il succo del discorso contenuto nella lettera agli Efesini 5:5-9:

“Perché sappiatelo bene, nessun fornicatore o impuro o avaro (cioè un idolatra) ha eredità nel regno di Cristo e di Dio. Nessuno vi seduca con vani ragionamenti; infatti è per queste cose che l’ira di Dio viene sugli uomini ribelli. Non siate dunque loro compagni; perché in passato eravate tenebre, ma ora siete luce nel Signore. Comportatevi come figli della luce – poiché il frutto della luce consiste in tutto ciò che è bontà, giustizia e verità”.

Porta questo insegnamento dentro il tuo cuore. Non farti ingannare dai tuoi coetanei o dalla cultura che ti circonda. Con la grazia di Cristo, vivrai una vita luminosa, amorevole e fruttuosa. Forse mi chiederai come fare per cambiare stile di vita? Ci sono molte sfaccettature che riguardano questa domanda, io ne indicherò solo quattro.

Il primo passo verso il cambiamento è quello di riconoscere che ciò che stai facendo è sbagliato. Questo ti porterà nella giusta direzione. Dio ha promesso che ti riscatterà.

Il secondo passo da intraprendere: riconoscere di aver bisogno della misericordia, dell’amore, della forza e del perdono di tuo Padre. Una volta compreso di aver sbagliato diventerai consapevole di aver un disperato bisogno di qualcosa che solo Dio può darti, qualcosa che egli dona liberamente: la Sua presenza attraverso Gesù Cristo.

Il terzo passo consiste nel porre in essere i dovuti cambiamenti. Il Signore vuole essere cercato e trovato da te per poterti dare ciò di cui hai più bisogno. Il Salmo 25:11 concretizza meglio il tuo desiderio: “Per amor del Tuo nome, O SIGNORE, perdona la mia iniquità, perché essa è grande”.

Affidati alle cure di Tuo padre e trova la grazia e l’aiuto al di fuori di te stesso. CercaLo e troverai la misericordia di cui hai bisogno.

Il quarto passo è un vero e proprio stile di vita, quello di imparare ad abbandonare le cose che prima sembravano “buone, giuste e reali”. Si tratta di un processo che si sviluppa in tempi diversi in ognuno di noi.

E’ uno stile di vita che sceglie di trascorrere del tempo in compagnia degli altri, che utilizza un software di filtraggio delle navigazioni internet dal pc, tablet e cellulare, che trova un amico fidato con cui parlare e non percorre più la strada del peccato. Gesù ci insegna come combattere al meglio la nostra concupiscenza: “Se la tua mano ti fa cadere in peccato, tagliala; se il tuo occhio ti fa cadere in peccato, cavalo”. Probabilmente la cosa ci sconvolge ma bisogna amputare radicalmente il male. Ovviamente le battaglie sono tante e non finiscono di certo qui. Dio intende aiutarti nel focalizzarsi seriamente su ciò che è sbagliato, vuole farti capire che hai tanto bisogno di Lui e spingerti a perseguire ciò che è giusto. Insomma, è una lotta continua.

Vi racconto una bella illustrazione che ho sentito esporre tempo fa, all’inizio della mia vita cristiana. Pensa alla tua anima come ad una stanza. Quando sei nel peccato, quella stanza è buia, piena di forze oscure e persone malvagie. Esistono due modi attraverso i quali puoi liberare la tua anima dall’oscurità. La prima consiste nello scacciare, combattere, resistere e rifiutare tutto ciò che è tenebroso. L’altro modo è riempire la stanza di luce. Mentre riempi la tua vita con persone per bene, trovi cose migliori da fare e sei motivato a vivere nella luce, togli spazio all’oscurità.

Gesù Cristo ti chiama meravigliosamente, invitandoti a vivere una vita diversa. Lui sfida chi pensa che sia giusto sbagliare. Sfida le persone che pensano che certi valori culturali siano antiquati. Sfida chiunque trova che i moderni concetti culturali siano buoni, giusti e veri. Non mischiarti con la folla. Non lasciarti trasportare alla deriva dalla cultura di oggi. Fai quello che Flannery O’Connor ha detto che dovremmo fare: “Respingi questo mondo con la stessa forza con cui esso ti vuole attirare a sè”. Vivi alla luce del sole, non all’ombra e nelle tenebre.

E’ coraggioso trovare la misericordia di Cristo ed imparare a camminare nella Sua luce. Questo influenzerà positivamente le persone intorno a te. Dimostra  devozione a Dio nella tua vita quotidiana. In un mondo in cui la luce si sta spegnendo riguardo l’argomento sesso, hai l’opportunità di accendere la luce.

— David Powlison